KATSUTO

FLACKING la street art di EMEMEM che ripara le buche

FLACKING: la street art di EMEMEM che ripara le buche

Quante volte, girando in bici, moto o anche in auto, ci capita di trovare innumerevoli buche da evitare. La cosa, spesso, è molto ma molto snervante. E la domanda che ci poniamo è sempre la stessa. “Ma perché nessuno ripara queste maledette buche?”. La stessa domanda se la sarà sicuramente posta anche Ememem che ha deciso di fare qualcosa a questo proposito.

Ememem è un artista francese che, dal 2016, ripara le buche delle città attraverso la street art. La sua tecnica è da lui stesso definita “flacking“, derivata a sua volta dalla parola francese “flaque” che in francese significa “pozzanghera“. Partendo da Lione si è spostato anche in altre città come Parigi, Barcellona e Torino. Ovunque vada trova sempre delle strade da sistemare con i suoi originalissimi mosaici.

La sua arte riesce a donare un nuovo valore alle vecchie strade piene di buche o ai marciapiedi rovinati. Ma non solo. Lo street artist riesce non solo ad abbellire strade rovinate, anche da parecchio tempo, ma porta l’osservatore a riflettere come ogni individuo può fare qualcosa per risolvere i problemi della comunità.

D’ora in poi dovremmo guardare un po’ meno davanti a noi quando camminiamo e guardare un po’ più in giù, così magari avremo l’occasione di ammirare una buca riparata da Ememem grazie alla sua flacking.

FLACKING la street art di EMEMEM che ripara le buche
FLACKING la street art di EMEMEM che ripara le buche
FLACKING la street art di EMEMEM che ripara le buche
FLACKING la street art di EMEMEM che ripara le buche
FLACKING la street art di EMEMEM che ripara le buche
FLACKING la street art di EMEMEM che ripara le buche
FLACKING la street art di EMEMEM che ripara le buche
FLACKING la street art di EMEMEM che ripara le buche
FLACKING la street art di EMEMEM che ripara le buche
FLACKING la street art di EMEMEM che ripara le buche
FLACKING la street art di EMEMEM che ripara le buche

Per rimanere sempre aggiornati sulla street art di Ememem potete visitare il suo sito o le sue pagine social Facebook e Instagram.

Leggi anche:

SAYPE: quando l’erba diventa una tela da dipingere

Simon Berger, l’artista contemporaneo del vetro

La “sporca” arte di Nikita Golubev AKA ProBoyNick

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.