KATSUTO

Referendum per la depenalizzazione della cannabis

Referendum per la depenalizzazione della cannabis

Lo scorso 11 settembre 2021 è partita la raccolta firme per il referendum per la depenalizzazione della cannabis. L’obiettivo è raccogliere 500.000 entro il prossimo 30 settembre 2021. Il quesito referendario è stato formulato con il duplice intento di intervenire sia sul piano della rilevanza penale sia su quello delle sanzioni amministrative per quanto riguarda la cannabis.

In un comunicato stampa si legge: “Quello della coltivazione, vendita e consumo di cannabis è una delle questioni sociali più importanti nel nostro Paese. Un tema che attraversa la giustizia, la salute pubblica, la sicurezza, la possibilità di impresa, la ricerca scientifica, le libertà individuali e, soprattutto, la lotta alle mafie. Sono 6 milioni i consumatori di cannabis in Italia, tra questi anche moltissimi pazienti spesso lasciati soli dallo Stato nell’impossibilità di ricevere la terapia, nonostante la regolare prescrizione. Questi italiani hanno oggi due sole scelte: finanziare il mercato criminale nelle piazze di spaccio o coltivare cannabis a casa rischiando fino a 6 anni di carcere. Un dibattito che non può più essere rimandato e deve essere affrontato con ogni strumento democratico”.

Nelle prime 24 ore sono state raccolte ben 100.000 firme per arrivare a superare le 220.000 nelle prime 48 ore.

Per firmare per il referendum per la depenalizzazione della cannabis clicca su www.referendumcannabis.it.

Leggi anche:

Il video di “What’s My Age Again?” dei Blink-182 in stile GTA V

Il primo trailer ufficiale di Matrix 4: Resurrections

OnlyFans vieta i contenuti sessualmente espliciti

Seguici su

 Instagram | Facebook | Pinterest | Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.